IDEE – 2011 – Piazzale S. Antonio

Il tavolo territoriale I colori della Morla da giugno a settembre 2011 ha cercato di raccogliere i bisogni e le idee in merito alla sistemazione di piazzale S.Antonio come richiestoci dall’Assessore e dal Presidente del consiglio di circoscrizione 3
In particolare si è discusso con i genitori, con alcuni ragazzi che frequentano il piazzale e l’oratorio, con il curato Don Leonardo, con rappresentanti dell’Antoniana e con rappresentanti della Spazio Autismo. Ricordiamo che la situazione del piazzale era già stata oggetto di discussioni e di valutazioni in altre occasioni da parte del tavolo. Considerando il momento di transizione che vive la parrocchia e l’esigenza espressa dai rappresentanti delle istituzioni per individuare opere modulabili nei costi e nel tempo e cercando di sintetizzare i contributi di tutti quelli che sono stati coinvolti, il tavolo ha condiviso i punti di seguito esplicitati e chiede al Consiglio di Circoscrizione di tenerne conto nelle sue deliberazioni nel merito.

  1. avere un percorso protetto sicuro per pedoni (in particolare) che colleghi via Solari alla fermata del autobus in via P.Ruggeri. La motivazione è quella di garantire la sicurezza dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e la primaria delle suore, di quelli che frequentano la scuola dell’infanzia Angelini, dei ragazzi che frequentano lo spazio autismo e prendono l’autobus, di chi va in biblioteca.
  2. organizzare un’area mercatale non dispersa, compatibile con uso promiscuo di parcheggio, fruibile anche in modo diverso a seconda dei tempi della giornata. Recuperare allo spazio mercatale, lo spazio recintato prospicente la palestra, mantenendo gli alberi e chiudendo la recinzione contro il muro della palestra, a partire dall’attuale ingresso dello Spazio Autismo. Questo al fine di mantenere pressochè invariato il numero di posti auto, e di avere nei pressi dell’entrata dello spazio autismo due posti auto per disabili. Inoltre eviterebbe di avere uno spazio ricettacolo di rifiuti tra la recinzione e il muro della palestra.
  3. organizzare il resto del piazzale temporaneamente a verde. L’idea è che debba diventare un luogo che 
faciliti l’incontro delle persone,
sia praticabile per pedoni e non per veicoli,
sia frequentato da più fasce di età,
costituisca con una fascia di rispetto verso le case di via Marenzi. 
Nel dettaglio però chiederemmo di avere ancora un po’ di tempo per meglio valorizzare le proposte e le idee che stanno nascendo e anche per verificarne la fattibilità, ad esempio: la presenza o meno di un’area sportiva o di svago in funzione di scelte che si potranno concretizzare o meno negli spazi parrchiali. 
Vorremmo cambiare l’organizzazione spaziale che negli ultimi 20 anni ha favorito 
conflitti tra i diversi utenti e frequentazioni poco gradite.
  4. Separare l’area mercatale dal resto del piazzale con un muretto-seduta e dotare l’area (magari in prossimità della palestra) di una vedovella per l’acqua.

Solo come indicazione di massima alleghiamo uno schema che illustra le richieste qui formulate. Siamo disponibili a incontrarci con la circoscrizione 3 per meglio illustrare le proposte e cercare di chiarire eventuali punti non chiari.

BERGAMO 21 settembre 2011

temp

 

(Visited 63 times, 1 visits today)

Lascia un commento